Segnaliamo‎ > ‎Segnalazioni 2012-03‎ > ‎

Ricchezza e disuguaglianza in Italia

pubblicato 13 mar 2012, 08:29 da Elisabetta Rossi   [ aggiornato il 13 mar 2012, 08:30 da Elisabetta Rossi ]

Il lavoro, dopo aver illustrato l’andamento della ricchezza complessiva delle famiglie in Italia dal 1965 al 2010, esamina come i livelli di disuguaglianza della ricchezza si siano evoluti nel corso del tempo. Secondo la ricostruzione effettuata, la disuguaglianza nella ricchezza avrebbe interrotto il suo trend decrescente all’inizio degli anni novanta, per poi risalire su livelli più elevati alla fine del secolo, mantenendosi poi stabile negli anni a seguire. Nel panorama internazionale, l’Italia non sembra caratterizzata da una disuguaglianza particolarmente elevata della ricchezza (a differenza di quanto invece si riscontra per il reddito). Il lavoro fornisce inoltre evidenza di come la distribuzione della ricchezza si sia modificata nel corso del tempo a favore delle famiglie composte da anziani e a sfavore di quelle composte da giovani. Il capitolo esamina infine il tema dell’origine della ricchezza (risparmio, doni ed eredità, e variazioni di valore dei beni posseduti); le evidenze disponibili sono discusse anche in relazione alle opinioni rilevate presso i cittadini con specifiche indagini statistiche. 
Giovanni D’Alessio, Ricchezza e disuguaglianza in Italia, n. 115 - Questioni di economia e finanza (Occasional Papers)  Banca d'Italia Eurosistema 
[si occupa di ricchezza e sottolinea  la diseguaglianza tra giovani e vecchi e potrebbe dare luogo a osservazioni non banali sull'utilità delle rifome del mercato del lavoro e delle pensioni]
Comments