Salute mentale
In sintesi: 

Nelle società più egalitarie, le persone hanno meno probabilità di sviluppare problemi psichici. 

Più nel dettaglio: 

Fino a poco tempo fa, risultava difficile comparare i livelli di salute mentale della popolazione di diversi Paesi, perché nessuno studio disponeva di dati tra loro confrontabili; recentemente, L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha promosso alcune indagini a livello internazionale che consentono di confrontare l’incidenza di problemi psichici in diverse nazioni (grazie all’utilizzo degli stessi strumenti diagnostici nelle ricerche effettuate in diversi Stati). 

Questi studi mostrano che l’incidenza di problemi psichici è molto diversa da un Paese all’altro. In alcuni Stati, solo il 5-10% della popolazione adulta ha sofferto di disturbi psichici (nell’anno precedente all’indagine), mentre negli Stati Uniti la percentuale supera il 25%. 

In una prima fase, lo studio di Wilkinson e Pickett (2009) ha indagato la relazione tra ineguaglianze socio-economiche e disturbi psichici in otto Paesi sviluppati, analizzando i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità: Stati Uniti, Paesi Bassi, Belgio, Spagna, Germania, Italia e Giappone. Successivamente, gli autori hanno aggiunto all’analisi i dati della Nuova Zelanda e di altri Paesi nei quali erano disponibili dati sulla salute mentale della popolazione ottenuti con una metodologia simile a quella utilizzata negli altri Stati: Australia, Regno Unito e Canada. Come mostra il grafico, i problemi psichici sono molto più diffusi nei Paesi con elevati livelli di diseguaglianza. Confrontando tra loro questi Stati, possiamo inoltre notare come i problemi psichici siano più diffusi all’interno degli Stati più ricchi.

Clicca sull’immagine per ingrandirla


Per maggiori informazioni:

Pickett KE, James OW, Wilkinson RG. Income inequality and the prevalence of mental illness: a preliminary international analysis. Journal of Epidemiology and Community Health 2006;60(7):646-7. 

Wilkinson RG, Pickett KE. The problems of relative deprivation: why some societies do better than others. Social Science and Medicine 2007; 65: 1965-78. 

James O. Affluenza, London: Vermilion, 2007 

Friedli L. Mental health, resilience and inequalities: how individuals and communities are affected , World Health Organisation. 2009. 

Wilkinson RG, Pickett KE. The spirit level. Why more equal societies almost always do better, Penguin books, UK. 2009. [La misura dell’anima. Perché le disuguaglianze rendono le società più infelici, Feltrinelli: Milano, 2009]. Compra il libro su Amazon. 


 


GRUPPO AUTONOMO AFFILIATO A
THE EQUALITY TRUST THE EQUALITY TRUST

Seguici su Twitter

e su Facebook


unisciti al  google group 

mandaci una email    


aggiungici
su google plus