Transcript video salute fisica

Question: What is the relationship between economic growth and life expectancy?

Kate Pickett: What we find is, in the rich developed market democracies, there’s no longer any relationship between average levels of income in a country and life expectancy. So, you can have a country like the USA, or Norway, that’s twice a rich as another country like Greece for instance, and that doesn’t seem to affect life expectancy at all. 

And the same is true of happiness. Happiness isn’t related to average levels of income in a country either. Now, that’s not true of the developing world when you don’t have enough, when people are lacking food or shelter, or the basic material necessities. Then economic growth is really important. 

But in our rich, developed democracies, it no longer makes any difference. So, we seem to have come to an end of what economic growth can do for us in terms of life expectancy, happiness, well-being and that sort of thing.

If you look at the United States, over the past few decades, you’ve become twice, three times a rich as you used to be, levels of happiness haven’t improved at all.

Question: How does social inequality affect our health?

Kate Pickett: I think this is where it helps that Richard Wilkinson, my co-author and I, we’re epidemiologists, and so we study levels of population health. And one thing we really learned over the past 30 years in epidemiology is the importance of psycho-social factors for health. 

Things like low social status, or social affiliation, social networks, whether or not you have friends, and the stresses of early childhood. All of those things have turned out to be really important for health. 

And we have quite a good understanding now of the biology of chronic stress. So, all of these things are working as stresses, low social status, lack of friends or social networks, stress in early childhood. 

And chronic stress affects our biology, our physiology in lots of different ways. It affects our immune system, our hormonal responses, it affects our cardiovascular health. And that’s quite well understood. 

And so we have also known for a long time that the people at the bottom of society, the poorer people in our societies, people living in the most deprived neighborhoods have much higher levels of stress and much worse health than those who are more affluent or have higher social status.

Question: Is there a threshold for when economic growth stops affecting life expectancy?

Kate Pickett: Yeah, it’s not so much about the threshold, the threshold changes over time. It’s really just seeing that although life expectancy continues to improve over time, that’s not related to average levels of income anymore in the rich countries. 

Instead, what we find is really important is the level of income and equality that is the gap between the rich and the poor. That’s what seems to matter these days for our health and social well being.
Domanda : Qual è il rapporto tra crescita economica e l'aspettativa di vita ?

Kate Pickett : Scopriamo che, nei paesi ricchi, di mercato, sviluppati e democratici, non c'è più alcun rapporto tra i livelli medi di reddito del paese e l'aspettativa di vita. Quindi, esistono paesi come gli Stati Uniti, o la Norvegia, che sono due volte più ricchi di un altro paese come la Grecia per esempio, ma questo dato non sembra influenzare l'aspettativa di vita. 

E lo stesso vale per la felicità. Neanche la felicità è correlata ai livelli medi di reddito in un paese . Ora, questo non è vero per i paesi in via di sviluppo dove la gente non ha ancora abbastanza, quando  mancano cibo o riparo, o la necessità materiali di base. In questi paesi la crescita economica è veramente importante. 

Ma nelle nostre ricche democrazie sviluppate, non fa più alcuna differenza. Sembra proprio che abbiamo raggiunto il limite di quello che la crescita economica può portare in termini di allungamento della vita, felicità, benessere e cose del genere.

Se si guarda agli Stati Uniti, nel corso degli ultimi decenni, dove i redditi MEDI sono diventato due, tre volte più alti di un tempo, i livelli di felicità non sono migliorati affatto.

Domanda : In che modo le disuguaglianze sociali influenzano la nostra salute ?

Kate Pickett : Ecco dove aiuta il fatto  che Richard Wilkinson (il mio co-autore) ed io, siamo epidemiologi: noi studiamo proprio i livelli di salute della popolazione. E una cosa che abbiamo imparato negli ultimi 30 anni in epidemiologia è l'importanza di fattori psico-sociali per la salute. 

Cose come basso status sociale, o appartenenza sociale, social network, il fatto di avere amici, e lo stress nella prima infanzia. Tutte queste cose si sono rivelate molto importanti per la salute. 

E ora comprendiamo abbastanza  bene la biologia dello stress cronico. Così, tutte queste cose agiscono  come lo stress:  basso status sociale, la mancanza di amici o di social network, lo stress nell'infanzia. 

E lo stress cronico colpisce la nostra biologia, la nostra fisiologia in molti modi diversi. Colpisce il nostro sistema immunitario, le nostre risposte ormonali, la nostra salute cardiovascolare. E questo è ben assodato. 

Inoltre sappiamo da tempo che gli strati sociali più bassi, i più poveri della nostra società, coloro che vivono nei quartieri più svantaggiati hanno sia livelli  di stress molto più alti che salute molto peggiore di coloro che sono più ricchi e che  hanno una più status sociale.


Domanda : Esiste una soglia oltre la quale la crescita economica cessa di aumentare l'aspettativa di vita ?

Kate Pickett : Già, non si tratta tanto di una soglia, la soglia cambia nel tempo. La questione è riconoscere che, anche se l'aspettativa di vita continua ad allungarsi nel tempo, nei paesi ricchi ciò non è più correlato ai livelli medi di reddito. 

Invece, scopriamo che il fattore davvero rilevante è il livello di equità tra i redditi, ossia il divario tra ricchi e poveri. Questo sembra fare la differenza oggi per la nostra salute e benessere sociale