Teufen (Svizzera) - ©UNICEF Svizzera/2006/Daniel auf der Mauer
Teufen (Svizzera) - ©UNICEF Svizzera/2006/Daniel auf der Mauer
Benessere dei bambini nei paesi ricchi - Dati principali

Il rapporto UNICEF Report Card 11 "Il benessere dei bambini nei paesi ricchi. Un quadro comparativo" presenta una ricchissima messe di dati che mettono a confronto 29 Paesi ad economia avanzata sulle differenti dimensioni del benessere dei bambini (distribuzione del reddito, salute e sicurezza, istruzione, comportamenti e rischi, condizioni abitative e ambientali).

Dalla ricerca emerge che i Paesi Bassi mantengono la posizione di leader indiscusso nella graduatoria del benessere infantile, e sono anche l'unico Stato che si piazza nei primi 5 posti in tutte le aree del benessere prese in considerazione.

Nel complesso, non sembra esserci una forte relazione tra il reddito (PIL pro capite) e il benessere infantile. La Repubblica Ceca, ad esempio, è posizionata meglio dell’Austria, così come la Slovenia sopravanza il ben più ricco Canada, e il Portogallo ha una posizione più alta rispetto agli Stati Uniti.

Quattro paesi del Nord Europa – Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia – si collocano subito dietro i Paesi Bassi nella graduatoria generale, mentre le ultime quattro posizioni sono occupate da tre dei Paesi più poveri del Vecchio continente (Lettonia, Lituania e Romania) e da uno dei più ricchi a livello globale, gli Stati Uniti.


Grecia, Italia, Portogallo e Spagna sono accomunati dal fatto di trovarsi nella metà inferiore della classifica del benessere infantile, mentre diversi segnali indicano che i paesi dell'Europa centrale e orientale stanno cominciando a colmare il divario con le economie industriali più affermate.

Per una visione più ampia dei risultati del Rapporto, puoi leggerlo nel riquadro o a tutto schermo:


GRUPPO AUTONOMO AFFILIATO A
THE EQUALITY TRUST THE EQUALITY TRUST

Seguici su Twitter

e su Facebook


unisciti al  google group 

mandaci una email  
  


aggiungici
su google plus