Approfondimenti Italia




Pubblicazioni ISTAT 

Rapporto annuale 2012 - La situazione del Paese - tutto dal sito web  www.ISTAT.it

Bibliografia utile

Baldini, M. e Toso, S. (2009). Diseguaglianza, povertà e politiche pubbliche.  Bologna: Il Mulino.  

Manifesto per l’equità (2006)  (elaborato da un gruppo di esperti nell'ambito di un progetto di ricerca finalizzata ex art. 12 della Regione Valle d'Aosta e promosso dal Centro Regionale di Documentazione per la Promozione della salute della Regione Piemonte)  

Cartocci, R. (2007). Mappe del tesoro. Atlante del capitale sociale in Italia.  Bologna: Il Mulino.  

Franzini, M. (2010). Ricchi e poveri – L’Italia e le disuguaglianze (in)accettabili.  Milano: Università Bocconi editore.  

Note sull'Italia dall' OCSE




Articoli 

Da quasi un ventennio la letteratura socio-economica sottolinea l’importanza per la crescita e il benessere dei cittadini di un ampio, e talvolta ambiguo, insieme di elementi culturali e sociali a cui viene dato il nome di capitale sociale. Per molti di questi elementi, sebbene non per tutti, la letteratura suggerisce una correlazione negativa tra capitale sociale e disuguaglianza, che trova conferma nei dati relativi alle regioni italiane. La correlazione negativa potrebbe riflettere l’effetto delle dotazioni locali di capitale sociale su alcune possibilità degli individui (come, ad esempio, quelle relative all’istruzione e alla partecipazione delle donne al mercato del lavoro); potrebbe anche riflettere un nesso opposto, ovvero l’effetto di assetti distributivi locali meno diseguali sui comportamenti di tipo sociale dei residenti. 
[suggerisce per le regioni italiane il collegamento tra diseguaglianza a scarsità di capitale sociale già sottolieato da Wilkinson e Pickett]


Giovanni D’Alessio, Ricchezza e disuguaglianza in Italia, n. 115 - Questioni di economia e finanza (Occasional Papers)  Banca d'Italia Eurosistema 
Il lavoro, dopo aver illustrato l’andamento della ricchezza complessiva delle famiglie in Italia dal 1965 al 2010, esamina come i livelli di disuguaglianza della ricchezza si siano evoluti nel corso del tempo. Secondo la ricostruzione effettuata, la disuguaglianza nella ricchezza avrebbe interrotto il suo trend decrescente all’inizio degli anni novanta, per poi risalire su livelli più elevati alla fine del secolo, mantenendosi poi stabile negli anni a seguire. Nel panorama internazionale, l’Italia non sembra caratterizzata da una disuguaglianza particolarmente elevata della ricchezza (a differenza di quanto invece si riscontra per il reddito). Il lavoro fornisce inoltre evidenza di come la distribuzione della ricchezza si sia modificata nel corso del tempo a favore delle famiglie composte da anziani e a sfavore di quelle composte da giovani. Il capitolo esamina infine il tema dell’origine della ricchezza (risparmio, doni ed eredità, e variazioni di valore dei beni posseduti); le evidenze disponibili sono discusse anche in relazione alle opinioni rilevate presso i cittadini con specifiche indagini statistiche. 
[si occupa di ricchezza e sottolinea  la diseguaglianza tra giovani e vecchi e potrebbe dare luogo a osservazioni non banali sull'utilità delle rifome del mercato del lavoro e delle pensioni]


Brandolini, A.,  et al., Household wealth distribution in the 1990s, Number 530 - December 2004, Temi di discussione del Servizio Studi Banca d'Italia  (in inglese) LA DISTRIBUZIONE DELLA RICCHEZZA TRA LE FAMIGLIE ITALIANE NEGLI ANNI NOVANTA (sommario non tecnico in italiano)
[L'articolo mostra come nel corso degli anni '90 la diseguaglianza nella distribuzione della ricchezza sia aumentata massicciamente, a causa del forte aumento nella concentrazione di ricchezza nelle classi più alte.]

Brandolini, A. (2009), La disuguaglianza dei redditi personali: perché l’Italia somiglia più agli Stati Uniti che alla Germania?, in R. Catanzaro e G. Sciortino (a cura di), La fatica di cambiare. Rapporto sulla società italiana, pp. 133-153, Bologna, Il Mulino   
[L'articolo documenta l'evoluzione della diseguaglianza del reddito in Italia, confrontandola con quella in altre due economie avanzata, come gli Stati Uniti e la Germania.]

Brandolini,A. e Vecchi,G.,  The Well-Being of Italians: A Comparative Historical Approach, Paper presented at the Conference “Italy and the World Economy, 1861-2011”, Number 19 – October 2011,  Quaderni di Storia Economica  (in inglese)
[Un articolo molto interessante della banca d'Italia sull'evoluzione del benessere degli italiani e della diseguaglianza di reddito, negli ultimi 150 anni]